Skip links

Dati obbligatori per il sito web: quali sono? Scopri come avere un footer a norma di legge

Il tuo sito è pronto per essere messo online, è il momento degli ultimi controlli. Hai verificato di aver inserito nel footer tutti i dati obbligatori per legge? Scopri quali sono.

Partiamo dalle basi. Lo sai cos’è il footer? Il footer, o piè di pagina, è la parte finale del tuo sito web, quella piccola sezione conclusiva, spesso di colore diverso, sempre uguale in tutte le pagine del tuo sito internet.

Il footer ha una funzione molto importante: deve contenere tutti i dati indispensabili per far si che il tuo sito sia a norma di legge. Ci sono infatti delle informazioni obbligatorie che devono necessariamente essere presenti nel tuo sito. Quali sono? Scopriamolo!

DATI OBBLIGATORI PER IL SITO WEB DI TUTTI I POSSESSORI DI PARTITA IVA

Se con il tuo sito web eserciti la tua professione, hai l’obbligo di mostrare agli utenti la partita IVA nella tua homepage. Normalmente tale dato viene inserito nel footer.

L’articolo 35, comma 1 del DPR n. 633/72 dispone infatti quanto segue:

“I soggetti che intraprendono l’esercizio di un’impresa, arte o professione nel territorio dello Stato, o vi istituiscono una stabile organizzazione, devono farne dichiarazione entro trenta giorni ad uno degli uffici locali dell’Agenzia delle entrate ovvero ad un ufficio provinciale dell’imposta sul valore aggiunto della medesima Agenzia; la dichiarazione è redatta, a pena di nullità, su modelli conformi a quelli approvati con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate. L’ufficio attribuisce al contribuente un numero di partita I.V.A. che resterà invariato anche nelle ipotesi di variazioni di domicilio fiscale fino al momento della cessazione dell’attività e che deve essere indicato nelle dichiarazioni, nella home-page dell’eventuale sito web e in ogni altro documento ove richiesto.”

Dati obbligatori per il sito web di una ditta individuale

Oltre alla partita IVA, chi ha aperto una ditta individuale è tenuto per legge a pubblicare sul proprio sito web:

  • nome, cognome o denominazione
  • indirizzo della sede legale
  • ufficio del registro delle imprese d’iscrizione
  • numero di repertorio economico amministrativo (REA)

Anche se non espressamente obbligatorio, consiglio di mostrare anche un indirizzo PEC, per dare all’utente un contatto più qualificato e certificato.

Dati obbligatori per il sito web di una società

Le informazioni obbligatorie per i siti web di Srl, Srls, Spa e Sapa sono le seguenti:

  • Ragione sociale;
  • Sede legale;
  • Codice Fiscale della società e Partita IVA;
  • Ufficio del registro delle imprese presso il quale è iscritta la società (esempio “Ufficio delle imprese di…”);
  • Numero d’iscrizione al REA;
  • Capitale sociale e quota versata
  • Se la Società per Azioni o la Società a Responsabilità Limitata è a socio unico (società uni-personale), bisogna obbligatoriamente indicarlo.
  • Nel caso di scioglimento della società, va inserito lo stato di liquidazione.
  • L’inserimento della PEC sul sito web ad oggi non è obbligatoria, ma consigliato.

Per praticità e facilità di fruizione è buona norma inserire questi dati nel footer del sito. Vi è comunque la possibilità di inserire nella home page solamente il nome della società, la sede legale e la partita IVA ed indicare le altre informazioni nella pagina dedicata ai termini e condizioni del sito web oppure a quella dedicata alle note legali o ai contatti.
L’importante è che i dati siano tutti presenti e facilmente accessibili per l’utente.

Dati obbligatori per i siti web di professionisti iscritti ad un albo

Se sei un professionista iscritto ad un albo (avvocato, commercialista, medico, ingegnere…)  i dati che dovrai obbligatoriamente mostrare sul tuo sito saranno i seguenti:

  • Cognome e Nome;
  • Titolo professionale;
  • Indirizzo della sede legale;
  • Numero di partita IVA;
  • Numero di iscrizione all’Albo.
  • Come professionista sei tenuto a rispettare anche il tuo codice deontologico per cui è sempre preferibile chiedere precise informazioni presso l’Ordine professionale di appartenenza, in quanto l’omissione e la mancata pubblicazione di determinati dati, in alcuni casi, può comportare anche la sospensione dell’esercizio della professione.

Dati obbligatori per il sito web di un’associazione

Anche i siti web delle associazioni (ONLUS, APS – associazioni di promozione sociale,  ASD – associazioni sportive dilettantistiche, associazioni di volontariato) devono necessariamente mostrare nella loro home page alcune informazioni obbligatorie:

  • Nome associazione
  • Tipo di associazione si tratta (per esteso);
  • Codice Fiscale o Partita IVA.

Non hai partita Iva, ma hai un blog amatoriale? Ecco i dati da mostrare nel tuo footer.

Se non sei possessore di partita IVA, ma hai un sito web amatoriale o un blog che gestisci come privato, non hai nessun obbligo di legge in quanto stai esercitando la libertà di pensiero stabilita dall’articolo 21 della Costituzione italiana:

“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.”

Dati obbligatori per un e-commerce

La normativa che riguarda gli obblighi per gli shop online è un discorso molto ampio, che approfondiremo a breve in un articolo dedicato. Il D.Lgs. 70/2003, che regolamenta l’e-commerce, impone l’indicazione sul sito web dei seguenti dati:

  • le condizioni generali di vendita che si applicano alla vendita online;
  • contatti del venditore;
  • (in caso di attività soggetta a licenza o autorizzazione) gli estremi dell’autorità competente.

È bene anche inserire:

  • In modo chiaro e trasparente prezzi e tariffe
  • Indicare i costi per le spese di spedizione
  • Le modalità di pagamento (bonifico / PayPal / contrassegno ecc) ed eventuali commissioni
  • Modalità di recesso e restituzione degli articoli

Le informazioni sopra devono essere riportate nell’apposita sezione di Termini e condizioni di acquisto. Ed è anche per questo che creare un sito di e-commerce non è proprio una cosa che si può fare in due minuti! È bene informarsi sempre al meglio con professionisti del settore, e possibilmente evitare il fai-da-te!

E IL GDPR?

Il Regolamento europeo per il trattamento dei dati personali, entrato in vigore il 25 maggio 2018, ha introdotto nuovi obblighi da rispettare per i nostri siti web.

Verifica che il tuo sito sia dotato di:

  • Privacy policy
  • Cookie policy

Ma attenzione! Non basta avvisare i visitatori del sito dell’utilizzo dei cookie,  è obbligatorio che gli utenti stessi abbiano la possibilità di decidere se acconsentire o meno al loro uso. Per questo motivo è necessario:

  • il blocco preventivo di tutti i cookie tranne quelli tecnici
  • la presenza di un banner che informi immediatamente il visitatore e  richieda il consenso esplicito al loro utilizzo.

CONCLUSIONI

Se possiedi un sito internet e non inserisci al suo interno alcune informazioni che sono indicate come obbligatorie a livello normativo, puoi incorrere in una sanzione amministrativa che varia da € 258,23 a € 2.065,83 (articolo 11, Decreto Legislativo 472/97).

L’intento di questa piccola guida non è quello di sostituirsi al lavoro di un legale o di un commercialista. Se hai dubbi il mio consiglio è sempre quello di rivolgerti ad un professionista che abbia le competenze adeguate per supportarti in tutti gli aspetti burocratici e legali che riguardano la tua attività online. Il tuo footer è a norma? Corri a controllare!

Leave a comment

  1. Ciao articolo molto interessante grazie! Saresti disponibile per una consulenza?